LETTERA AI MATURANDI 2018

Lettera ai maturandi 2018

Cari ragazzi e care ragazze di quinta, è proprio così: si va avanti un giorno dopo l’altro, un anno dopo l’altro, tra spiegazioni, interrogazioni, compiti, sconforti , persino con qualche lacrima, emozioni, entusiasmi, tensioni, soddisfazioni… e poi, quasi all’improvviso, troppo in fretta, si arriva alla fine di questo percorso.

La fine della scuola superiore: la aspettate da anni, ne siete contenti e non ne vedete l’ora, ma quando arriva– chissà perché – un po’ vi dispiace. Il dispiacere è per quel non so che di strano, di misterioso, che ciascuno di voi percepisce in fondo al proprio cuore: quella che sta finendo non è solo una tappa della vostra vita, ma é una parte di voi stessi… e, quando le cose finiscono, finiscono per sempre.

Ed allora, ancora una volta, eccoci giunti alla mitica “notte prima degli esami”, notte di trepidante attesa, carica di pensieri e di speranze, notte difficile eppure unica e dal fascino indimenticabile…

In queste ore di vigilia, mi piace col cuore e con la mente essere idealmente vicino a tutti i ragazzi e a tutte le ragazze di quinta superiore da domani impegnati negli esami di maturità. E lo faccio attraverso alcuni pensieri.

In questi irripetibili e straordinari anni di scuola superiore, avete studiato e vi siete preparati, assaporando, giorno dopo giorno e con la guida dei vostri insegnanti, la bellezza della cultura e il fascino della verità, ed ora è giunto il momento di dimostrare quanto avete acquisito non solo sul piano della preparazione scolastica, ma soprattutto come persone dotate di una autonomia di pensiero e di giudizio, in grado di controllare le vostre pur comprensibili ansie ed emozioni.

Affrontate con tranquillitá e con serenità, ma anche con coraggio e con determinazione queste impegnative giornate che vi attendono, con la certezza che lo studio di questi anni e di queste settimane vi sará di sicuro aiuto.

Nelle prove che dovrete affrontare, cercate di attingere alle conoscenze e alle competenze di cui la vostra mente si è arricchita , ma lasciatevi guidare anche dalle ispirazioni che vi suggerisce il vostro cuore.

Soprattutto vivete queste prove come un traguardo importante della vostra maturazione personale, in cui i vostri sogni cominciano a prendere la forma della realtà

La vostra scuola e i vostri insegnanti vi sono vicini e fanno il tifo per voi: permettetemi di dirvi che in tutti questi anni vi abbiamo davvero voluto bene, anche quando siamo stati esigenti e intransigenti con voi.

E adesso che vi sto per salutare sul serio, non posso che dirvi “grazie”.

Grazie perché noi, pur coi nostri limiti, abbiamo cercato di dare molto a voi, ma anche voi, con lo stile della vostra presenza, avete saputo darci molto, motivandoci e appassionandoci nel nostro non facile compito educativo

Dunque, è arrivato il momento di prendere in mano le redini della vostra esistenza: fate degli ottimi esami, meritatevi il vostro futuro e soprattutto non permettete a nessuno di infrangere i vostri sogni, ma cominciate a disegnare con colori limpidi e luminosi l’orizzonte della vostra vita!

A tutti un caloroso ed affettuoso “in bocca al lupo”!

Il vostro Preside

Angelo Castoldi