slider_pasta

Inde quippe
animus pascitur,
unde laetatur.

Nutre l’anima solo ciò che la rallegra.
Sant’Agostino - Confessioni 13,27

Il Collegio è

la scuola
tua seconda casa
in città

la scuola
dove farti la testa
col cuore

la scuola dell’essere,
non dell’apparire

Acqua, semola e tempo sono gli “ingredienti naturali” della pasta. La cura del dettaglio e il riconoscimento del merito a ogni sequenza dell’ingranaggio produttivo, sono gli ingredienti che trasformano “l’impasto” nell’eccellenza del Made in Italy nel mondo.
L’etichetta è la tracciabilità di questo processo.

Valori, metodo, organizzazione sono “gli ingredienti naturali” del nostro essere e fare scuola. La cura del talento e la cultura del merito sono gli ingredienti che fanno di ciascun “impasto” l’eccellenza del Made in Villoresi nel mondo.
Il POF è la tracciabilità di questo processo.

News

Tute scuola e abbigliamento sportivo

Disponibili tute e abbigliamento sportivo personalizzato. Per maggiori info:...
Continua a leggere →

Facebook post

Collegio Villoresi San Giuseppe COSA MI RENDE FELICE?
Ecco cosa si rispondono alcuni ragazzi della secondaria di I grado

Per quanto possa sembrare strano, regalare un sorriso a qualcuno è ciò che mi rende veramente felice, che sia
See More un amico o uno sconosciuto, questo non ha importanza, ma secondo me al giorno d' oggi, non c'è più gente che abbia veramente il coraggio di definirsi felice per paura che la loro felicità venga stroncata dalla cattiveria di tutti. Avete mai fatto caso che la maggior parte delle volte che si chiede a qualcuno "Come stai?" nove vote su dieci la risposta è "Si tira avanti..." o "Si potrebbe stare meglio..." è raro sentirsi dire "Mai stato meglio!" Sicuramente, non è sempre facile, ma se tutti noi, al mattino aprissimo gli occhi e affrontassimo ogni azione della giornata con un pizzico di ottimismo, sono sicura che staremmo meglio. Non dico di fare l'azione buona della giorno tanto per dire "Ok, io ho fatto del mio e sono a posto", ma se si vede qualcuno in difficoltà fermarsi un minuto per dedicargli semplicemente del tempo, lo assicuro a tutti quanti che fa del bene sia a chi lo riceve sia a chi lo dona. A me, e spero a tutti, rende felice sapere di essere richiamata nei pensieri di qualcuno prima di dormire e lasciare un’impronta positiva nel cuore di chi fino a poco tempo prima non sapeva neanche chi fossi.

Ciò che mi rende davvero felice è sciare con mio papà in mezzo al bianco; sentire l'ebbrezza del fresco che ti scivola sul collo e lo stridore degli sci mentre fai le curve......osservare il magnifico paesaggio sulla seggiovia, ma soprattutto vedere papà un po’ più tranquillo e che non pensa solo ai problemi legati al lavoro.........tutto ciò mi rende davvero felice!!! Un'altra importante cosa che mi rende felice è il vedere che, pian piano, il sogno di diventare ingegnere aeronautico, diventa sempre più reale!!

Cosa c'è di più bello di avere degli amici sinceri, che ti accettano per quello che sei e non per quello che hai?
Gli amici che non hanno paura di dirti che hai sbagliato, perché loro ti fanno capire quello che sbagli e se hai sbagliato qualcosa. Gli amici di cui ti puoi fidare e si fidano di te, quelli a cui puoi dire tutto, quelli che non si stancano mai di ascoltarti o semplicemente di stare con te, quelli con cui stai ore al telefono parlando delle cavolate più assurde, quelli che sono babbi come te, quelli con cui fai discorsi interminabili, spesso senza senso e con i quali scoppi a ridere senza una vera e propria ragione.
Gli amici che ti fanno sentire importante, speciale e unica anche con un "Ti Voglio Bene" perché il loro Ti Voglio Bene è diverso da quelli comuni, è il loro!
Quelli essenziali, senza i quali ti senti persa, che anche solo dopo un giorno in cui non li vedi ti mancano come non ti manca nient'altro al mondo .
Quelli con cui ridi, scherzi, parli, piangi, spettegoli, insomma quelli con cui ti diverti a non finire.
Gli amici che ti capiscono anche se dici una cosa senza senso.
Gli amici veri!

Una volta ho sentito dire che le cose più belle nella vita non sono cose, e credo sia proprio così: una persona non deve attaccarsi troppo a un qualcosa di materiale, ma deve cercare di essere libera. Ciò che mi rende più felice sono le amiche, quelle vere, le belle giornate, ridere, la mia musica o quando lavoro duro e i risultati che ottengo sono soddisfacenti. È bello quando passo momenti spensierati con le persone che ci sono sempre, qualunque cosa accada. Mi rende felice quando, al mare, riesco a mettermi sdraiata sul dondolo con un piede che penzola e guardo il tramonto con le rondini che volano rasoterra. Mi rende felice come un libro può farmi ridere, piangere o farmi sentire coinvolta. Una cosa che amo è la mia musica perché è il suono dei pensieri. Un piccolo abbraccio mi rende felice.

La cosa che più mi fa felice è lo sport, in particolare lo sci. Provo tantissime soddisfazioni, sia a salire sul podio sia a semplicemente finire una pista. La sensazione migliore della mia vita è sentire il vento sulla faccia, le gambe che bruciano ma che allo stesso tempo sentono il freddo attraverso la tutina. La costante vocina nella testa che un momento dice di fermarti e il momento dopo di non farlo mai: se voglio migliorare devo sfruttare ogni secondo di allenamento.
La seconda cosa che mi rende davvero felice è la coscienza che anche se ci sono i momenti che mi sento odiata, o circondata da gente che non mi apprezza per quello che sono, ci sono quelle tre o quattro persone che mi vogliono bene e che mi stanno vicino nei momenti belli e brutti. La consapevolezza di avere un'amica che
anche se si trova a 600 kilometri di distanza da me, riesce comunque a rendermi felice, con un semplice buongiorno ricevuto per messaggio o una mezz'oretta al telefono parlando di niente.

Fortunatamente ho una vita abbastanza felice. Ci sono molte cose che mi fanno sorridere, la maggior parte sono cose semplici: gli abbracci, i complimenti, stare con i miei amici.
Ovviamente anche i regali sono ben accetti ma sinceramente, mi basta che gli altri mi facciano gli auguri al compleanno e a Natale.

Mi rende felice vedere le persone felici. Se per strada, uno sconosciuto, sorride tra sé e sé, in qualche modo fa sorridere anche me.

Non potrei scegliere un solo stimolo di felicità, ma se c'è una cosa che ha il potere di cambiare il mio umore in un secondo è la musica. Ascolto musica in ogni occasione possibile, se potessi, lo farei anche a scuola. Se mi sento triste oppure è stata una brutta giornata le uniche cose di cui ho voglia, sono le cuffie e il mio iPod. Penso che ci sia una canzone per ogni momento, infatti ascolto musica anche se sono già felice.
Cantare, pur essendo stonata, mi fa dimenticare qualsiasi problema.
Per concludere vorrei scrivere una frase che mi ripeto quasi ogni giorno: "Non importa quanto la gente ti ferisce, vivi sempre senza odio."
Da quando provo a farlo, sono molto più serena.

Mi rendono felici le cose che per me sono significative. Mi rende felice stare con la mia famiglia, con il mio cane, cucinare dolci e stare con i miei amici. Ma la cosa che mi rende più felice di tutte è stare con mia sorella. Per me lei è la mia vita, se non ci fosse non saprei cosa fare. Quando ero piccola, non avevo mai niente da fare e dicevo sempre alla mamma:” Mamma mi annoio!!! Cosa posso fare???” ed una sera, la mamma chiamò me ed il papà e disse (riferendosi a me): “Presto avrai una sorellina!!!” Io, dopo aver sentito quella frase, mi misi a piangere di gioia!!! Non ci credevo ancora!!! E l’ultima cosa che mi rende davvero felice è la musica, suonare gli strumenti. Io suono il pianoforte da cinque anni e mezzo e quando suono mi apro, mi libero da tutto: come se stessi volando.

Mi fa felice sapere che qualunque cosa accada, bella o brutta, ci sarà sempre qualcuno che vorrà aiutarmi e non mi lascerà mai sola; mi rende felice sdraiarmi sul divano con le cuffie e ascoltare la musica, perché in essa mi sento libera di pensare quello che voglio, senza che nessuno mi giudichi. Mi rende felice la mia famiglia, perché non mi lascerà mai sola. A me rende felice ridere con le amiche serenamente ed essere tranquilla.

Può sembrare un piccolo momento ma per me è un’eternità la felicità. Mi rende felice stare con la mia famiglia perché sono fortunata ad averla. Mi rende felice avere degli amici che quando sono triste mi regalano un sorriso, perché ci sono stati nei momenti difficili e io ci sarò per loro. È bello sapere che qualunque cosa succeda tu puoi contare su qualcuno, avere qualcuno che ti fa sentire unica e speciale. Mi rende felice veder gli altri sorridere e ridere, perché un giorno senza una risata è un giorno perso. Mi rende felice un semplice abbraccio dalle mie amiche, quelle vere. Le cose più belle nella vita succedono all’improvviso. All’improvviso ti vedi le stelle che brillano sopra la tua testa, il sole che splende nel cielo blu e il mare, che ci mente: sembra azzurro ma in realtà è trasparente. Mi rende felice sentire la musica che esprime le mie emozioni. Sentire per la millesima volta quella musica speciale in cui mi perdo ogni volta che la ascolta. Quella canzone speciale con delle parole che vorresti dire ma non ne hai il coraggio. E poi c’è l’alba che è stupenda, so che di solito quello bello è il tramonto ma l’alba rappresenta l’inizio di un nuovo giorno, di un nuovo momento, di una nuova eternità di felicità.

La cosa che mi rende più felice non è una cosa materiale, ma è una persona: ALESSIA, LA MIA MIGLIIORE AMICA.
Lei è una persona fantastica, sa ballare, cantare, parlare perfettamente l’inglese.
Ma la cosa che sa fare meglio è rendermi felice, quando sono triste lei sa cosa dire e cosa fare.
Lei mi vuole bene per quello che sono.
Qualche volta mi insegna alcune parole in inglese, vari passi di danza.
Cara Alessia, se stai leggendo sappi che ti voglio bene. ♥∞

Godersi la felicità è la cosa più bella perché la vita è piena di ostacoli che devi superare con le cose e le persone che ti rendono felici. A me rende felice:
1.VEDERE I MIEI NONNI CHE VIVONO LONTANO E NON STANNO BENE, HO PAURA DI PERDERLI E INFATTI TUTTO IL TEMPO CHE PASSO CON LORO È IMPORTANTE.
2.QUANDO VEDO I MIEI ANIMALI A CUI VOGLIO BENE E CHE MI RENDONO FELICE
3.LE AMICHE QUELLE VERE CHE CON UNO SGUARDO O UNA PAROLA MI RENDONO FELICE E MI STRAPPANO UN SORRISO.
4.LA FAMIGLIA
5.LA MONTAGNA DOVE MI SENTO LIBERA, LA MIA ORIGINE.
6.L’AMORE CHE FA SOGNARE MA ANCHE SOFFRIRE, L’AMORE È PIENO DI OSTACOLI MA RIMANE IL SENTIMENTO PIÙ BELLO DEL MONDO.
7.IL NUOTO, LA MIA PASSIONE, DOVE MI SFOGO E DOVE FACCIO VEDERE CHI SONO DAVVERO.

Cosa mi fa felice? …
Ma prima di tutto cosa si intende per felicità. Potrebbe essere intesa come poter rivedere una persona dall’aldilà ma poi proveresti il dolore di riperderla. Oppure qualcuno che colma un vuoto lasciato da un altro ad esempio le mie cuginette e il mio cane hanno ‘sostenuto’, senza saperlo, quando mio nonno se ne è andato. O quando riesco a fare un esercizio e si prova soddisfazione ma anche quando puoi liberarti dallo stress grazie ad uno sport.
Poi quando mi chiudo in me stessa ma dopo giocando e stando insieme a chi mi vuole veramente bene penso:’’ ma come ho fatto a stare da sola con intorno tutte queste persone che mi vogliono bene?’’ e solo in quei momenti che capisco cosa vuol dire felicità!
Ma ora rileggendo questa riflessione penso che svolgere un esercizio e liberarsi dallo stress non è vera felicità, quella che viene dal cuore, mi sento solo entusiasta. Ora, così su due piedi dico che questo è quello che penso sia la felicità, puoi dirlo in tanti modi ma alla fine è sempre uguale!

A volte penso che la vita sia una sola e bisogna viverla con felicità; ognuno di noi ha qualcosa che nella vita lo rende felice. Secondo me la vita è una cosa bellissima e se si vive male, quella non è una vita. Una cosa che mi rende veramente felice è rendere felice gli altri: mi piace vedere le persone, i miei amici ridere. Un’altra cosa che mi rende felice è avere tante persone che mi stanno sempre accanto, mi piace quando le persone che mi vogliono bene, mi aiutano e mi coccolano. Mi piacciono la musica e il tennis, perché mi rendono felice, mi aiutano sempre ad andare avanti, perché fanno parte della mia vita. La musica perché è sempre nella mia testa. È un suono che riesce a farmi sempre sorridere anche quando magari la giornata è andata male. Il tennis perché ci sono delle persone che mi aiutano a capire e mi insegnano cose nuove. Nella vita di ognuno ci sono sempre delle persone che ci aiuteranno ad andare avanti anche nei momenti più difficili e nella mia vita ne ho incontrate tantissime a cui voglio veramente bene e non dimenticherò mai.

ASPETTIAMO ANCHE LE VOSTRE RIFLESSIONI…COSA VI RENDE FELICI??See Less
21.12.2014 alle 02:13 pmMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe Alcuni articoli sul Santo Natale dalla redazione di Villovagando
http://villovagando.blogspot.it/
Villovagandovillovagando.blogspot.com
21.12.2014 alle 01:59 pmMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe Dalla signora Anna Teresa
Una foto bellissima inviata da padre Antonello dal Congo che testimonia quanto sia emozionante quello che si e' riusciti a realizzare anche con il contributo del nostro Collegio.
See More E' con questa foto, che per me racchiude il significato della vita, che vorrei augurare a tutti un sereno Natale. Anna Teresa Corsaro PellegrinoSee Less
Collegio Villoresi San Giuseppe shared Amici&Voci's photo.
Timeline Photos
Amici&Voci
20.12.2014 alle 08:31 pmMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe Bellissima lezione di laboratorio teatrale con la dott.ssa Arcuri in 2b liceo scientifico in preparazione alla spettacolo che andremo a vedere a teatro a gennaio. Davvero divertente e sorprendente conoscereSee More le sfaccettature e le attitudini dei nostri studenti!!!See LessCollegio Villoresi San Giuseppe added 8 photos.
17.12.2014 alle 07:12 pmMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe Incomincia anche oggi un nuovo giorno di scuola: mai come in questi momenti si capisce che è un dono e una possibilità per cui ringraziare e da non dare per scontata
http://video.corriere.it/appello-malala-l-attacco-pakistan-ho-cuore-spezzato/6f562b62-8564-11e4-bef0-810da32228c1
L'appello di Malala dopo l'attacco in Pakistan: «Ho il cuore spezzato»video.corriere.it(agr) Parla Malala, premio Nobel per la Pace, con un appello su Facebook poche ore dopo l'attacco a una scuola militare di Peshawar in Pakistan compiuto dai talebani pakistani. «Ora è tempo che ci uniamo, mi appello alla comunità internazionale, ai leader in Pakistan» ha detto il neo premio Nobel pe…
17.12.2014 alle 07:53 amMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe Complimenti a Martina, alunna di 1^ sec. di primo grado.
14.12.2014 alle 09:21 pmMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe Dalla S.Messa di oggi:
"Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per Lui i giorni del parto. Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia, perché
See More non c'era posto per loro nell'albergo"See Less
Collegio Villoresi San Giuseppe added 12 photos.
14.12.2014 alle 08:55 pmMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe Questa settimana in Collegio

AUGURI NATALIZI
A tutti un gioioso Natale e un sereno Anno Nuovo, con la mia più sincera gratitudine e con l’augurio di saperci ritrovare fratelli.
“Tutte le cose
See More di cui abbiamo veramente bisogno ci possono venire soltanto come dono”. (Thomas Merton)

S. MESSE
Martedì 16 dicembre ore 8.30 soprattutto per 4^ e 5^ primaria
Mercoledì 17 dicembre ore 8.30 soprattutto sc. sec. 1° Grado

RINNOVO CONSIGLIO DI ISTITUTO
Lunedì 15 dicembre, alle ore 14.00, si concludono le elezioni per il rinnovo del Consiglio di Istituto.

BANCARELLE NATALIZIE e RASSEGNA DEL LIBRO
Martedì 16 dicembre è l’ultimo giorno per le tradizionali bancarelle natalizie e per la Rassegna del libro..

COLLEGIO DOCENTI SCUOLA SUPERIORE
Lunedì 15 dicembre, alle ore 15.00, in Aula Maggioni, è convocato il Collegio Docenti della Scuola Superiore con il seguente o.d.g.:
a. Considerazioni sulla prima parte dell’anno scolastico ed eventuali Problemi
b. Scrutini trimestrali: criteri e modalità
c. Criteri di attribuzione del voto di condotta, del credito scolastico e del credito formativo
d. Organizzazione dei corsi di recupero del pentamestre
e. Definizione delle uscite di più giorni e accompagnatori
f. Eventuali e varie

INCONTRO CON I CARCERATI DI OPERA
Martedì 16 dicembre, alle ore 10.00, in A. Magna, gli studenti di 4^ Sup. incontreranno il Gruppo della Trasgressione e alcuni carcerati di Opera.

CONSIGLI ORIENTATIVI SC. SEC. 1° GRADO
Lunedì 15 dicembre, dalle ore 9.30 alle ore 12.00, nelle salette attigue alla portineria, verranno restituiti alle famiglie i consigli orientativi.

SCAMBIO AUGURI NATALIZI NIDO, INFANZIA e PRIMARIA
Nido: martedì 16 dicembre, ore 9.00, in sezione
Piccoli: mercoledì 17 dicembre, ore 9.30, in Palestrina
Mezzani: lunedì 15 dicembre, ore 14.30, in Palestrina
Grandi: giovedì 18 dicembre, ore 14.30, in Aula Magna
Sc. Primaria: martedì 16 dicembre, ore 14.30, in Palestrona

PREPARAZIONE TEST UNIVERSITARI
Martedì 16 dicembre, dalle ore 14.30 alle ore 17.00, in Aula Maggioni Modulo di Logica per 39 studenti di 5^ Sup.: ultima lezione con test di verifica.

SINFONIA d’AUTUNNO di Bergman
Giovedì 18 dicembre, alle ore 19.30, presso il Piccolo Teatro Grassi, in via Rovello 2, a Milano, il gruppo degli “Amici del teatro” del biennio, Ite e 5^sc C, assisterà allo spettacolo “Sinfonia d’autunno” di Ingmar Bergman.

USCITE DIDATTICHE o SPORTIVE
Lunedì 15 dicembre, a Chiesa di Valmalenco, si svolgeranno le selezioni di Istituto di sci e snowboard, riservate agli studenti del Biennio della Sc. Sup. Ritrovo alle ore 6.20 al piazzale della piscina; rientro ore 19.00 circa.
Accompagnatori: prof. Vanzillotta e Marchesi.

Lunedì 15 dicembre, i Grandi della Scuola dell’Infanzia si recheranno al Teatro S. Giuseppe di Brugherio per assistere allo spettacolo: “Quando arriva Natale”. Partenza ore 9.30 dal piazzale della piscina; rientro ore 12.00.
Accompagnatori: ins. Negro, Sala C., Dell’Orto V.

Martedì 16 dicembre, i Mezzani della Scuola dell’Infanzia si recheranno a piedi, accompagnati dai Vigili Urbani, al Teatro Manzoni di Monza per assistere allo spettacolo: “Il principe Schiaccianoci”. Partenza ore 9.00 dal Collegio; rientro ore 12.00. Accompagnatori.: ins. Travisani, Ziani, Valtorta, Dell’Orto V., Formis.

Giovedì 18 dicembre, a Chiesa di Valmalenco, si svolgeranno le selezioni di Istituto di sci e snowboard, riservate agli studenti del Triennio della Sc. Sup. Ritrovo alle ore 6.20 al piazzale della piscina; rientro ore 19.00 circa.
Accompagnatori: prof. Vanzillotta e Marchesi.

Giovedì 18 dicembre, gli alunni di 3^ Primaria andranno all’Hangar Bicocca di Milano per partecipare ad un laboratorio sugli “Animali mitici”. Ritrovo in classe alle ore 8.00; rientro ore 12.00.
Accompagantori.:ins. Farina, Lissoni, Rovescala, Jury.

Giovedì 18 dicembre, i bambini di 1^ Primaria si recheranno al Teatro S. Giuseppe di Brugherio. Ritrovo ore 9.00 in classe; rientro ore 12.30.
Accompagnatori: ins. Fraccari, Giani, Gioia, Saccaro.

Venerdì 19 dicembre, i bambini di 2^ Primaria si recheranno alla “Palazzina Liberty” di Milano. Ritrovo ore 9.00 in classe; rientro ore 14.00.
Accompagnatori: ins. Gesuita, Zanini, Riboldi.

BUON COMPLEANNO
Lunedì 15 dicembre prof. Sala Maria e Lusso Raimonda
Martedì 16 dicembre prof. Moraca Edy
Mercoledì 17 dicembre ins.. Stefani Silvia
Giovedì 18 dicembre prof. Cecchelani Walter
Venerdì 19 dicembre prof. Vergani Antonella e Arevalo Eileen
Domenica 21 dicembre ins. Capra Patrizia
Venerdì 26 dicembre ins. Pancaldi Elena
Domenica 28 dicembre prof. Boccioni Sara
Lunedì 29 dicembre ins. Molinari Barbara e Viganò Laura
Venerdì 2 gennaio prof. Trabattoni Benedetta
Lunedì 5 gennaio prof. Crabb LindaSee Less
14.12.2014 alle 08:45 pmMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe La Prof. Laguzza ci invia una riflessione che merita una attenta lettura
http://www.huffingtonpost.it/2013/10/09/ferdinando-ciani-pesaro-scuola-senza-voti_n_4068797.html?ref=fbph
Pesaro. Il Prof. non dà voti agli studenti (FOTO)www.huffingtonpost.itUna scuola senza pagelle né voti, dove i ragazzi non temono le interrogazioni e partecipano alle scelte di solito affidate ai docenti. Come quella, ad esempio, dei manuali da studiare. Non è un’utopia ma ciò che prova a rea...
11.12.2014 alle 09:38 pmMi piace
Catuogno Stefania Il giusto metodo da adottare.12.12.2014 alle 07:01 am
Collegio Villoresi San Giuseppe Davvero?! E voi cosa ne dite?
Compiti a casa, italiani da record Studiamo il doppio dei coreaniwww.corriere.itL’Ocse: 7 ore alla settimana contro le 3 di Finlandia e Corea. Il lavoro a casa migliora i risultati nei test di 15 punti. «Ma così si accentuano le disparità sociali»
11.12.2014 alle 06:39 pmMi piace
Alberto Faverio mah...11.12.2014 alle 08:55 pm3Davide Bottalico Completamente contrario. L'insegnamento e l'apprendimento scolastico restino confinati tra le mura della scuola, sei-sette ore al giorno sono più che sufficienti. Il resto della giornata sia dedicato ad apprendere i valori sociali legati alla famiglia e al contesto sociale e ad attività ludiche e sportive.
Ricordo tra l'altro che esiste una Circolare Ministeriale tuttora vigente (http://www.edscuola.it/archivio/norme/circolari/cm177_69.htm) che di fatto limita fortemente gli insegnanti nell'assegnare compiti a casa. I capi di Istituto sono chiamati a sorvegliare su certi aspetti. Se vi sono genitori convinti del contrario, dal momento che viviamo in un paese libero, si facciano assegnare i compiti a casa solo per i propri figli, sono convinto che sicuramente servirà anche a loro per imparare qualcosa...11.12.2014 alle 09:59 pm4
view 4 more commentsAlessandra Longo In tutte le scuole del mondo ( scuole pubbliche e private) si studia a scuola. Il tempo libero e' fondamentale per coltivare i propri interessi e perché no approfondire argomenti scolastici per passione . La scuola italiana proprio per come è organizzata non è più competitiva nel mondo .11.12.2014 alle 10:22 pm3Lucia Rusconi Credo si scatenerà una discussione accesa tra pro e contro compiti. Francamente ci sono alcuni dati, per me un po' gonfiati e che dire di questa frase: "........Da noi è il contrario: le ore in aula sono quasi un optional; che il ragazzo partecipi o meno, che sia interessato o no, non importa: conta che studi......." Non sono d'accordo.11.12.2014 alle 10:35 pmDaniela Cicognani A volte capita siano troppi, soprattutto quando si resta a scuola fino alle 16.00 come capita a noi, si arriva a casa gia' esausti e forse varrebbe la pena fare qualcosa di più leggero e meno impegnativo, due chiacchiere con la propria famiglia e una bella passeggiata forse renderebbero la vita meno frenetica e più' serena. Durante le vacanze poi sarebbe meraviglioso lasciare un po' di tempo libero per dedicarsi a ciò' che ci piace, questo è' il mio pensiero di mamma !11.12.2014 alle 11:03 pm6Laura Travagli OCSE: un'altra cosa inutile!13.12.2014 alle 07:50 am
Collegio Villoresi San Giuseppe I nostri alunni alle gare del Campionato Studentesco Monzese di nuoto presso la piscina Pia Grande. Risultati ottimi: BRAVI!Collegio Villoresi San Giuseppe added 26 photos.
11.12.2014 alle 08:35 amMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe Continua il feeling col maestro Mottadelli, che non manca di ricordarsi di noi nelle meritate ed entusiastiche interviste"...
http://www.artinmovimento.com/e-col-m-marcello-mottadelli-parliamo-di-musica-e-di-opera/
E col M° Marcello Mottadelli parliamo di musica e di opera…www.artinmovimento.comDopo averci colpito nella direzione musicale del Nabucco, proposto per la regia di Andrea Cigni dal Teatro Ponchielli di Cremona, abbiamo intervistato il M° Marcello Mottadelli e con lui abbiamo chiacchierato di lui, di alcuni aspetti del suo lavoro e di diversi aspetti della situazione musicale ita…
11.12.2014 alle 08:31 amMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe In giro per i tavoli della Rassegna del Libro in "Metropolitana": aperta fino alla prossima settimana, è l'occasione per trovare qualche titolo interessante per sé e per gli amici, e anche per contribuireSee More ai progetti di solidarietà avviati dal Collegio e ai quali sarà il ricavato di questa e delle altre iniziative d'AvventoSee LessCollegio Villoresi San Giuseppe added 9 photos.
10.12.2014 alle 02:45 pmMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe Dalla fiera del libro
10.12.2014 alle 02:32 pmMi piace

Circolari

Progetto uomo

  • La scuola tua seconda casa in città

    Identificare il collegio con la seconda casa in città significa volersi porre come la naturale continuità della prima, quella dalla quale il bambino e il ragazzo partono, ma che non sentono di lasciare, perché qui vivono lo stesso clima di famiglia, lo stesso calore. Per realizzare questo obiettivo la scuola si fa comunità: direzione, genitori, personale non docente sono a servizio della persona. A ciascuno è chiesto di essere educatore secondo la propria vocazione e nel rispetto dei diversi ruoli.
  • La scuola dove farti la testa col cuore

    Insegnare con la testa e con il cuore. Imparare con la testa e con il cuore. La circolazione di saperi, esperienze, relazioni, è alimentata da una parte da contenuti sempre aggiornati, strategie mirate, supporti tecnologici innovativi, trasparenza nella valutazione. Dall'altra dall'impegno a scuola e a casa dalla collaborazione serena in classe, dal rispetto delle regole, dalla puntualità, dall'ascolto e dalla fiducia nel docente.
  • La scuola dell’essere, non dell’apparire

    Ogni alunno, docente, genitore, dipendente, è persona. La sua ricchezza è nel talento che è. La ricchezza dei talenti di ciascuno è al servizio di tutti. Il collegio ha elaborato un progetto uomo che radica nei dieci comandamenti il suo impianto valoriale, quale massima espressine di libertà educativa che educa alla vera libertà.