collegio-villoresi-ritocchi
collegio-villoresi-valori
collegio-villoresi-restiamo-umani
collegio-villoresi-open-day-novembre-2016
• Scuola cattolica
tempo scuola / piano studi / spiritualità
accoglienza / inclusione / corresponsabilità
sussidiarietà / festa
• Fatti la testa con il cuore
organizzazione / didattica
lingue / tecnologia
progetti trasversali / valutazioni
• Essere non apparire
orientamento / profilo in uscita

News

Calendario verifiche debiti formativi – settembre 2016

Scarica il file con il calendario completo delle verifiche dei debiti formativi...
Continua a leggere →

Libri di testo A.S. 2016/2017

Liste dei libri di testo per l’Anno Scolastico 2016-2017. Clicca sul settore di...
Continua a leggere →

Tute scuola e abbigliamento sportivo

Disponibili tute e abbigliamento sportivo personalizzato. Per maggiori info:...
Continua a leggere →

Facebook post

Collegio Villoresi San Giuseppe SUGGERIMENTI PREGHIERA INIZIO SCUOLA

Lunedì 5 dicembre - Secondo lunedì di Avvento
«Consolate, consolate il mio popolo, dice il vostro Dio. Parlate al cuore di Gerusalemme e gridatele che è finita la sua schiavitù, è stata scontata la sua iniquità,

Una voce grida: «Nel deserto preparate la via al Signore, appianate nella steppa la strada per il nostro Dio. Ogni valle sia colmata, ogni monte e colle siano abbassati; il terreno accidentato si trasformi in piano e quello scosceso in pianura. Allora si rivelerà la gloria del Signore e ogni uomo la vedrà, poiché la bocca del Signore ha parlato». (Is. 40,1-5)

Martedì 6 dicembre - San Nicola di Bari
San Nicola nacque intorno al 260 d.C. a Patara, importante città della Licia, la penisola dell’Asia Minore (attuale Turchia) quasi dirimpetto all’isola di Rodi.
Carità e castità sono le due virtù che fanno da sfondo ad uno egli episodi più celebri della sua vita. L’episodio si svolge a Mira, città marittima ad un centinaio di chilometri da Patara, ove probabilmente Nicola con i suoi genitori si era trasferito. Alle sue orecchie giunse voce che una famiglia stava attraversando un brutto momento. Un signore, caduto in grave miseria, disperando di poter offrire alle figlie un decoroso matrimonio, aveva loro insinuato l’idea di prostituirsi allo scopo di raccogliere il denaro sufficiente al matrimonio.
Alla notizia di un tale proposito, Nicola decise di intervenire, e di farlo secondo il consiglio evangelico: non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra. In altre parole, voleva fare un’opera di carità, senza che la gente lo notasse e lo ammirasse. Decise perciò di agire di notte. Avvolte delle monete d’oro in un panno, uscì di casa e raggiunse la dimora delle infelici fanciulle. Avvicinatosi alla finestra, passò la mano attraverso l’inferriata e lasciò cadere il sacchetto all’interno. Il rumore prese di sorpresa il padre delle fanciulle, che raccolse il denaro e con esso organizzò il matrimonio della figlia maggiore.
Vedendo che il padre aveva utilizzato bene il denaro da lui elargito, Nicola volle ripetere il gesto. Si può ben immaginare la gioia che riempì il cuore del padre delle fanciulle. Preso dalla curiosità aveva cercato invano, uscendo dalla casa, di individuare il benefattore. Con le monete d’oro, trovate nel sacchetto che Nicola aveva gettato attraverso la finestra, poté fare realizzare il sogno della seconda figlia di contrarre un felice matrimonio.
Intuendo la possibilità di un terzo gesto di carità, nei giorni successivi il padre cercò di dormire con un occhio solo. Non voleva che colui che aveva salvato il suo onore restasse per lui un perfetto sconosciuto. Una notte, mentre ancora si sforzava di rimanere sveglio, ecco il rumore del terzo sacchetto che, cadendo a terra, faceva il classico rumore tintinnante delle monete. Nonostante che il giovane si allontanasse rapidamente, il padre si precipitò fuori riuscendo ad individuarne la sagoma. Avendolo rincorso, lo raggiunse e lo riconobbe come uno dei suoi vicini. Nicola però gli fece promettere di non rivelare la cosa a nessuno. Il padre promise, ma a giudicare dagli avvenimenti successivi, con ogni probabilità non mantenne la promessa. E la fama di Nicola come uomo di grande carità si diffuse ancor più nella città di Mira. Nel 1087 le sue spoglie sono state trafugate e portate a Bari e collocate nella cripta della Basilica eretta in suo onore.

Mercoledì 7 dicembre - Sant’ Ambrogio
E’ il patrono della Diocesi di Milano con San Carlo.
A lui viene fatto risalire il rito ambrosiano.
Alla sua predicazione si convertì San’Agostino.
04.12.2016 at 09:04 pmMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe In Collegio dal 05 all'11 dicembre

SANTA MESSA
Martedì 6 dicembre, ore 8.30, in particolare per i ragazzi di 4^ e 5^ Primaria.

RASSEGNA DEL LIBRO
In vista della Rassegna del libro, aperta in metropolitana da lunedì 12 dicembre, i Docenti sono pregati di segnare sulla tabella esposta in bacheca l’orario nel quale intendono accompagnare gli alunni per la visita. Si eviteranno così sovrapposizioni di classe.

PERCORSO PSICO ATTITUDINALE DI ORIENTAMENTO
Lunedì 5 dicembre dalle ore 9.00 alle ore 13.40, martedì 6 e mercoledì 7 dicembre dalle ore 9.00 alle ore 12.45, nelle salette attigue alla portineria, secondo colloquio individuale con esperti Euro Equipe Orienta da parte di diversi alunni di 4^ e 5^ Superiore.

INCONTRO PER ALUNNI TERZA SEC. I GRADO
Lunedì 5 dicembre, dalle ore 14.20 alle ore 16.05, in Aula Maggioni, incontro con il prof. Oleari sulla sua esperienza in Africa.

TEATRO A SCUOLA
Martedì 6 dicembre, alle ore 10.00, in Ludoteca, i bambini del Nido e i Piccoli A e B assisteranno alla rappresentazione teatrale “Vola Natale Junior” ad opera della compagnia teatrale “La Baracca di Monza”.

PONTE DELL’IMMACOLATA
Da giovedì 8 dicembre a Domenica 11 dicembre, le lezioni sono sospese.

BUON COMPLEANNO
Lunedì 5 dicembre Ins. Valtorta Sara
Mercoledì 7 dicembre prof. Giuriola Massimo
Giovedì 8 dicembre Ins. Corti Raffaella
Ins. Arosio Anna Rita
04.12.2016 at 09:02 pmMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe Oggi giornata "azzurra" delle terze medie del Collegio Villoresi - sede di Merate presso la nostra piscina
Con i ragazzi e i professori del Liceo Sportivo. E anche in acqua di parla in inglese!!
Collegio Villoresi San Giuseppe added 3 new photos.
29.11.2016 at 01:35 pmMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe Guardate un po' dove si è trasferita una buona rappresentanza della nostra scuola???? Conferenza con Mauro Ferrara, responsabile inter per lo stadio; visita di spogliatoi, campo, negozio e tra poco Inter-Fiorentina. In bocca al lupo....Collegio Villoresi San Giuseppe added 11 new photos.28.11.2016 at 07:07 pmMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe SUGGERIMENTI PREGHIERA INIZIO SCUOLA

Lunedì 28 novembre - Primo lunedì di Avvento
Il PROFETA: vedere attraverso. Profeta è chi vede le cose dal punto di vista di Dio, chi guarda il mondo e gli altri dall’alto dell’amore del Padre.
Nodo: FRETTA.
“Maria, madre dei profeti, che hai accolto tuo figlio Gesù accettando una gravidanza inattesa, con te sciogliamo i nodi dell’impazienza e della fretta. Insegnaci ad avere occhi interiori illuminati, per riconoscere Dio presente e all’opera in ogni evento e giornata.

Martedì 29 novembre - Primo martedì di Avvento
Gli ANGELI: vedere dall’alto. “Non chiunque mi dice: ”Signore, Signore”, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli”.
Nodo: IRA. Con Maria sciogliamo il nodo dell’impulsività e dell’ira: freniamo le reazioni improvvise e allarghiamo lo sguardo.

Mercoledì 30 novembre - Sant’ Andrea apostolo
Originario di Betsaida, è fratello di Simon Pietro, che è stato condotto a Gesù da lui stesso. Era pescatore con Pietro ed è stato chiamato da Gesù mentre sul lago di Tiberiade gettava le reti a mare per la pesca. Predicò il Vangelo in Acaia, divenne vescovo di Patrasso dove subì il martirio sulla croce con i bracci disposti diagonalmente. Leggiamo Mt. 4, 18 – 22.

Giovedì 1 dicembre– Primo giovedì di Avvento
La MANGIATOIA: vedere i bisogni. “Il Signore disse a Mosè: Ho osservato la miseria del mio popolo e ho udito il suo grido. Conosco le sue sofferenze. Sono sceso per liberarlo dal potere dell’Egitto e per farlo salire da questa terra verso una terra bella e spaziosa”. (Esodo 3, 7-8)
Nodo: AVARIZIA.

Venerdì 2 dicembre – Primo venerdì di Avvento
GIUSEPPE: vedere l’altro. “Apparve in sogno un angelo del Signore a Giuseppe e gli disse: “Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo. Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l’angelo del Signore e prese con sé la sua sposa”(Lc 1, 20.24)
Nodo:SUPERBIA.
27.11.2016 at 07:37 pmMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe In Collegio dal 28 novembre al 4 dicembre

SANTE MESSE
Lunedì 28 novembre, alle ore 17.00, in ricordo di
CEVENINI ALESSANDRO
Martedì 29 novembre, ore 8.30, in particolare per i ragazzi di 4^ e 5^ Primaria.
Venerdì 2 dicembre, alle ore 18.00, in ricordo di POZZI BEATRICE.

CONFERENZA DOTT. CORNO SULLA COSTITUZIONE
Lunedì 28 novembre, alle ore 10.00, in A. Maggioni per gli alunni di 5^ Ite, aperta anche agli altri studenti di 5^ Superiore.

GIORNATA AZZURRA
Martedì 29 novembre dalle ore 9.00 alle ore 12.30, gli alunni di 3^ Sec. 1° Grado di Merate saranno presenti in Collegio per una giornata”azzurra”.

GRUPPO “AMICI DEL TEATRO”
Martedì 29 novembre, presso il Piccolo Teatro Grassi, via Rovello 2 a Milano, rappresentazione di "Elvira" con Toni Servillo.

CORSO DISOSTRUZIONE e RIANIMAZIONE
Sabato 3 dicembre, ore 9.00-12.30, in A. Belloni si terrà il corso di disostruzione e rianimazione, aperto in particolare ai Docenti del Nido, Infanzia e Primaria.

CAMPIONATI CITTADINI NUOTO SC. SUPERIORE
Venerdì 2 dicembre, presso il Centro Natatorio “Pia Grande” di via Murri a Monza. Ritrovo ore 8.10 al Centro Natatorio. Rientro ore 13.00/13.30 alle proprie abitazioni.
Acc.: prof. Vanzillotta e Marchesi.

PERCORSO PSICO ATTITUDINALE DI ORIENTAMENTO
Giovedì 1 dicembre, dalle ore 9.00 alle ore 13.40, nelle salette attigue alla portineria, secondo colloquio individuale di 34 alunni di 4^ e 5^ Superiore con esperti Euro Equipe Orienta.

USCITE DIDATTICHE
Venerdì 2 dicembre gli studenti di 5^ lic. sc. B/B s.a. e 5^ Ite si recheranno a Milano c/o il Piccolo Teatro Strehler per assistere alla conferenza organizzata dal Corriere della Sera sul tema “Diritti civili e democrazia. Valori, lotte e conquiste”. Partenza ore 8.30 dalla Stazione di Monza; rientro ore 13.30 circa alla Stazione di Monza. Acc.: prof. Arcaini, Cambiaghi, Oleari.

PROPOSTE VACANZE ESTIVE
Lunedì 28 novembre, dalle ore 14.30 alle ore 19.00, in Aula Maggioni, saranno presentate diverse proposte delle vacanze estive:
ore 14.30 scuola vela in Sardegna per 3^, 4^, 5^ Primaria
ore 15.00 Gran Bretagna per 4^ e 5^ Primaria
ore 15.30 full immersion inglese a Sarzana (Liguria) per 2, 3^, 4^, 5^ Primaria
ore 16.30 Cheltahnam (Inghilterra) per Sc. Sec. 1° Grado
ore 17.30 Londra dalla 1^ alla 4^ Superiore
ore 18.30 Partenze individuali all’estero per Sc. Sup.

CELEBRAZIONE SACRAMENTO DELLA RICONCILIAZIONE
Lunedì 28 novembre ore 14.00 Quinta Primaria
ore 15.00 Prima Sec. 1° Grado
Martedì 29 novembre ore 14.20 Seconda Sec. 1° Grado
ore 15.10 Terza Sec. 1° Grado
Mercoledì 30 novembre ore 9.00 Prime Sc. Superiore
ore 10.30 Terze Sc. Superiore
Giovedì 1 dicembre ore 9.00 Seconde Sc. Superiore
ore 10.30 Quinte Sc. Superiore
Venerdì 2 dicembre ore 9.00 Quarte Sc. Superiore

N.B. Gli alunni verranno chiamati.

BUON COMPLEANNO
Lunedì 28 novembre ins. Sileno Natalia
Domenica 4 dicembre Vitali Osvaldo
27.11.2016 at 07:35 pmMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe Dalla Prof. Rusconi: ".....dobbiamo insegnare ai ragazzi ad essere liberi. Ma la libertà senza responsabilità si trasforma in delirio di onnipotenza......"Collegio Villoresi San Giuseppe shared Docenti Senza Frontiere's photo.26.11.2016 at 05:55 pmMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe Giornata della colletta alimentare 2016: un gruppo di ragazzi della sec. di I grado, oggi, accompagnati dai prof. Arrigoni, Bertini e Magni, si sono impegnati nella raccolta al supermercato Esselunga di Lissone.Collegio Villoresi San Giuseppe added 11 new photos.26.11.2016 at 05:38 pmMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe 'I ragazzi del laboratorio di Educazione alle Arti lavorano con la geofisica! interpretano siti archeologici e imparano metodi di studio non distruttivi'Collegio Villoresi San Giuseppe added 8 new photos.26.11.2016 at 10:01 amMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe Laboratorio di Autocad: ... riempire un disegno di colore piace sempre😊 e dopo poche lezioni i ragazzi hanno già imparato molti trucchetti!Collegio Villoresi San Giuseppe added 6 new photos.26.11.2016 at 09:58 amMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe Prima mattinata di Open School per la scuola superiore, terminata con un laboratorio davvero speciale, che richiede collaborazione tra docenti, studenti e discipline scolastiche, spirito di iniziativa e di adattamento...per produrre un lavoro concreto e soddisfacente. Chissà se questa scuola delle competenze piacerà anche ai futuri studenti?Collegio Villoresi San Giuseppe added 12 new photos.22.11.2016 at 06:20 pmMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe Nella serata di ieri si è svolto un incontro in aula virtuale, utilizzando un format innovativo, con la presenza del Preside della Sec. di I° grado, Prof. Piazza, e di uno psicologo del Cospes di Arese, Dott. Orlandelli, sul tema dell’uso consapevole del digitale. Alla serata hanno partecipato circa 35 famiglie, appartenenti a più settori del Collegio, ognuna collegata dalla propria abitazione, con genitori e figli impegnati per circa un’ora a seguire le indicazioni dei relatori nello svolgere brevi esercitazioni finalizzate a creare spazi di dialogo e interazione sulle tematiche proposte.22.11.2016 at 05:00 pmMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe SUGGERIMENTI PREGHIERA INIZIO SCUOLA

Lunedì 21 novembre Presentazione B. V. Maria
Secondo quanto narra il Protovangelo di Giacomo, libro apocrifo, non inserito nella Bibbia, Gioacchino e Anna, i genitori di Maria, avevano chiesto a Dio il dono di avere un figlio e avevano promesso di consacrarlo a Lui. Nacque da loro Maria che, giunta all’età di tre anni, viene portata al tempio dai genitori per adempiere la promessa fatta a Dio. Lì viene offerta va Dio e a Lui consacrata. Rimarrà al Tempio parecchi anni, praticamente fino a quando incontrerà Giuseppe, suo futuro sposo.

Martedì 22 novembre - Santa Cecilia
Cecilia è una martire del III secolo ed è celebrata come patrona della musica

Nata da una nobile famiglia a Roma, sposò il nobile Valeriano. Si narra che il giorno delle nozze nella casa di Cecilia risuonassero organi e lieti canti ai quali la vergine, accompagnandosi, cantava nel suo cuore: “conserva o Signore immacolati il mio cuore e il mio corpo, affinché non resti confusa”. Da questo particolare è stato tratto il vanto di protettrice dei musicanti. Confidato allo sposo il suo voto, egli si convertì al Cattolicesimo e nella prima notte di nozze ricevette il Battesimo per mano del Pontefice Urbano I. Tornato nella propria casa, Valeriano vide Cecilia prostrata nella preghiera con l'Angelo che da sempre vegliava su di lei e, ormai credente convinto, pregò che anche il fratello Tiburzio ricevesse la stessa grazia e così fu.

Il giudice Almachio aveva proibito, tra le altre cose, di seppellire i cadaveri dei Cristiani, ma i due fratelli convertiti alla fede si dedicavano alla sepoltura di tutti i poveri corpi che incontravano lungo la loro strada. Vennero così arrestati e dopo aver redento l'ufficiale Massimo che aveva il compito di condurli in carcere, sopportarono atroci torture piuttosto che rinnegare Dio e vennero poi decapitati. Cecilia pregò sulla tomba del marito, del cognato e di Massimo (tutti e tre Santi venerati il 14 aprile), anch'egli ucciso perché divenuto cristiano, ma poco dopo venne chiamata davanti al giudice Almachio che ne ordinò la morte per soffocamento nel bagno di casa sua, ma si narra che "la Santa invece di morire cantava lodi al Signore". Convertita la pena per asfissia in morte per decapitazione, il carnefice vibrò i tre colpi legali (era il "contratto" dei boia per ogni uccisione) e, non ancora sopraggiunta la morte, la lasciò nel suo sangue. Fu Papa Urbano I, sua guida spirituale, a renderle la degna sepoltura nelle catacombe di San Callisto.

Mercoledì 23 novembre - San Clemente I Papa e martire
E’ il quarto Papa della Chiesa. Nacque circa l'anno 30 dell'era volgare in Roma da genitori oriundi della Palestina. Fu papa zelantissimo, oratore e scrittore: a lui dobbiamo i preziosi atti di tanti gloriosi martiri, avendo egli ordinato a sette notai di raccoglierli per iscritto.
Tratto in arresto dall’imperatore Traiano fu mandato ai lavori forzati nel Chersoneso.

Traiano poi ordinò che fosse gettato nel mare con un'ancora appesa al collo.

PREGHIERA. O Dio, che ci allieti ogni anno con la solennità del tuo beato martire e Pontefice Clemente, concedici propizio, che mentre ne celebriamo la festa, ne imitiamo la fortezza.

Giovedì 24 novembre – Thanksgivingday
E’ il giorno del ringraziamento per i doni che il Signore ci offre per alimentarci.
Facciamo una preghiera di ringraziamento.

Venerdì 25 novembre – Santa Caterina d’Alessandria
Nata da stirpe reale, fu dotata dalla natura di un ingegno e di una bellezza così rara, che era stimata la più fortunata giovane della città.
Compresa dell'amore che il Signore nutriva per lei, si fece battezzare, dedicandosi totalmente alla beneficenza ed alla istruzione dei pagani. E tanto crebbe la fama della sua carità e del suo sapere, che giunse alle orecchie dello stesso imperatore Massimino. uomo tristemente celebre per la sua ferocia.

Egli fece chiamare Caterina alla sua presenza e, saputo che era cristiana, ordinò che sacrificasse a Giove. Al rifiuto di Caterina l’ imperatore comandò che il suo corpo fosse legato ad una ruota e con uncini le fossero strappate le carni. Appena quel corpo verginale fu a contatto con lo strumento del suo martirio, questo si spezzò fragorosamente, producendo gran panico fra i carnefici. Non si piegò l'animo di Massimino, e comandò che la Santa fosse immediatamente condotta fuori della città e le fosse reciso il capo.
Giunta al luogo del martirio, le furono bendati gli occhi ed il carnefice con un colpo staccò il capo di Caterina, ma da quella ferita sgorgò abbondante latte, ultima testimonianza della sua innocenza. Il suo corpo venne dagli stessi Angeli trasportato sul monte Sinai e quivi seppellito. Sul suo sepolcro fu poi edificato un sontuoso tempio ed un grandioso monastero che resero imperitura la memoria di questa vergine di Cristo.
20.11.2016 at 08:30 pmMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe In Collegio dal 21 al 27 novembre

SANTA MESSA SETTIMANALE
Martedì 22 novembre, alle ore 8.30 celebrazione della S. Messa, aperta a tutti coloro che desiderano e possono, in particolare ai ragazzi di 4^ e 5^ Primaria.

CONSIGLIO DI ISTITUTO
Lunedì 21 Novembre, alle ore 18.00, in Sala Archivio, è convocato il Consiglio di Istituto.

CONFERENZA PER GENITORI e STUDENTI 4^ e 5^ SUPERIORE
Mercoledì 23 novembre, alle ore 21.00, in Aula Magna, incontro per genitori e Studenti in particolare di 4^ e 5^ Superiore con il prof. ALBERTO BANFI, Docente Un. Cattolica di Milano, sul tema “Andare all’Università: istruzioni per l’uso. Disorientamento e orientamento”.

GRUPPO “AMICI DEL TEATRO”
Martedì 22 novembre, alle ore 11.00, in Aula Maggioni, la dott.ssa Anna Piletti presenterà lo spettacolo ELVIRA in programma Martedì 29 novembre a Milano.

COLLETTA ALIMENTARE
Sabato 26 novembre, ultimo sabato del mese, si celebra la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, giunta ormai alla 20^ edizione.
E’ un momento significativo che coinvolge e sensibilizza la società civile attraverso l’invito ad un gesto concreto di gratuità e condivisione: fare la spesa per chi è povero. Papa Francesco ha detto: “non si può distogliere lo sguardo e voltarsi dall’altra parte per non vedere le tante forme di povertà che chiedono misericordia”.

Diversi alunni di 2^ Sc. Sec. 1° Grado con alcuni docenti saranno presenti all’uscita del supermercato Esselunga di Lissone per invitare i clienti a donare parte di quanto acquistato a favore di quanti vivono nella povertà.

THANKSGIVING DAY
Giovedì 24 novembre, quarto giovedì del mese, si celebra negli Stati Uniti d’America il Thanksgiving Day, giorno del ringraziamento, in segno di gratitudine verso Dio per il raccolto e per quanto ricevuto durante l'anno.
Invito i docenti, soprattutto di nazionalità americana, ad illustrare il senso di questa celebrazione. A pranzo verrà servito il menù tipico della festa, riadattato alle esigenze dei bambini ed esposto in bacheca.

OPEN SCHOOL SCUOLA SUPERIORE
Martedì 22 novembre ore 9.00 – 13.30 liceo classico - liceo scientifico tradizionale – Istituto Tecnico Economico

Giovedì 24 novembre ore 9.00 – 13.30 liceo sportivo – liceo scientifico scienze applicate

CELEBRAZIONE SACRAMENTO DELLA RICONCILIAZIONE
Lunedì 28 novembre ore 14.00 Quinta Primaria
ore 15.00 Prima Sec. 1° Grado
Martedì 29 novembre ore 14.20 Seconda Sec. 1° Grado
ore 15.10 Terza Sec. 1° Grado
Mercoledì 30 novembre ore 9.00 Prime Sc. Superiore
ore 10.30 Terze Sc. Superiore
Giovedì 1 dicembre ore 9.00 Seconde Sc. Superiore
ore 10.30 Quinte Sc. Superiore
Venerdì 2 dicembre ore 9.00 Quarte Sc. Superiore

BUON COMPLEANNO
Venerdì 25 novembre prof. Marchesi Giorgio
Sabato 26 novembre prof. Morandi Laura
Domenica 27 novembre dott.ssa Villa Eleonora (uff. Orientamento)
20.11.2016 at 08:18 pmMi piace
Collegio Villoresi San Giuseppe SUGGERIMENTI PREGHIERA INIZIO SCUOLA

Lunedì 14 novembre
Il Signore Gesù disse ai suoi discepoli: ““Badate che nessuno vi inganni! Sorgeranno molti falsi profeti e inganneranno molti. Ma chi avrà perseverato fino alla fine sarà salvato”. (Matteo 24)

Martedì 15 novembre - Sant’Alberto Magno, Vescovo e Dottore della Chiesa
“O Dio, che hai reso grande sant’Alberto, vescovo, nel ricercare l’armonia tra la sapienza umana e la verità rivelata, fa’ che, illuminati dal suo insegnamento, attraverso il progresso scientifico possiamo crescere nella tua conoscenza e nel tuo amore.” Per Cristo nostro Signore.

Mercoledì 16 novembre - Santa Margherita di Scozia
Visse nell’XI secolo. Fu un modello di madre e di regina per bontà e saggezza.
“O Dio, che in Santa Margherita di Scozia hai dato alla tua Chiesa in grande esempio di carità verso i poveri, per sua intercessione fa’ che anche noi esprimiamo, nel rapporto con i nostri fratelli l’immagine viva della tua bontà. Te lo chiediamo per Cristo nostro Signore.” Amen

Giovedì 17 novembre – Santa Elisabetta di Ungheria
Figlia del re di Ungheria, dedicò tutta la sua vita al servizio dei poveri e ammalati. Ogni giorno visitava personalmente, al mattino e alla sera, tutti gli ammalati dell’ospedale da lei fatto costruire. Si prese cura diretta degli ammalati più ripugnanti.
Un giorno chiese al suo confessore di permetterle di chiedere l’elemosina di porta in porta.
Prima di morire disse al suo confessore di distribuire tutti i suoi averi ai poveri, tranne una tunica di nessun valore di cui era rivestita e nella quale volle essere seppellita.

Venerdì 18 novembre – San Romano di Antiochia martire
San Romano era di Antiochia e visse durante il regno di Massimiano.
Fervente difensore della verità cristiana, un giorno Romano si presentò davanti ad un sacerdote pagano e rimproverandolo, disse: "Gli idoli non sono dei. Persino un bambino può dichiararlo." e per confermarlo chiese che un bambino fosse portato davanti a loro per essere il giudice della questione e confermare quello che lui aveva affermato.

Quando al bambino fu chiesto: "Quale Dio dobbiamo adorare?" egli rispose: "Gesù Cristo". La risposta non piacque e il bambino fu picchiato senza pietà e decapitato per ordine dello stesso Massimiliano che in quel periodo si trovava in Città.

Per quanto riguarda Romano, la sua lingua fu tagliata e gettato in prigione, fu torturato e strangolato nel corso dell'anno 305. Si racconta che nonostante la sua lingua fosse stata tagliata, San Romano continuasse a parlare e richiesto di dire il suo nime rispondesse: “Mi chiamo Romano”.
13.11.2016 at 08:59 pmMi piace

Circolari

Progetto uomo

  • La scuola tua seconda casa in città

    Identificare il collegio con la seconda casa in città significa volersi porre come la naturale continuità della prima, quella dalla quale il bambino e il ragazzo partono, ma che non sentono di lasciare, perché qui vivono lo stesso clima di famiglia, lo stesso calore. Per realizzare questo obiettivo la scuola si fa comunità: direzione, genitori, personale non docente sono a servizio della persona. A ciascuno è chiesto di essere educatore secondo la propria vocazione e nel rispetto dei diversi ruoli.
  • La scuola dove farti la testa col cuore

    Insegnare con la testa e con il cuore. Imparare con la testa e con il cuore. La circolazione di saperi, esperienze, relazioni, è alimentata da una parte da contenuti sempre aggiornati, strategie mirate, supporti tecnologici innovativi, trasparenza nella valutazione. Dall'altra dall'impegno a scuola e a casa dalla collaborazione serena in classe, dal rispetto delle regole, dalla puntualità, dall'ascolto e dalla fiducia nel docente.
  • La scuola dell’essere, non dell’apparire

    Ogni alunno, docente, genitore, dipendente, è persona. La sua ricchezza è nel talento che è. La ricchezza dei talenti di ciascuno è al servizio di tutti. Il collegio ha elaborato un progetto uomo che radica nei dieci comandamenti il suo impianto valoriale, quale massima espressine di libertà educativa che educa alla vera libertà.